RICONOSCIMENTO “BORGO ANTICO D OTRANTO” PATRIMONIO CULTURALE DELL’UNESCO QUALE “SITO MESSAGGERO DI PACE”

Si riporta con piacere, la comunicazione ufficiale dell’avvenuto riconoscimento da parte dell’Unesco,   del “Borgo Antico di Otranto” come Patrimonio Culturale dell’Unesco quale “Sito Messaggero di Pace”

FEDERAZIONE ITALIANA  CLUB E CENTRI UNESCO

Tel via Gian Paolo Orsini, 44, Firenze

oo39 055 572676 / 348 2627066/ fax oo39 055 583454     

            Email: presidente.ficlu.com // / marialuisastringa@gmail.com

            www. clubunesco.it

                   Il  presidente 

 

                                                                  Firenze, 15.07.2010

Al Presidente Club UNESCO di Otranto   

–     Mrs. Clare Stark

      Responsible of the program “Heritage for a Culture of Peace”

      “Monuments and Sites Messages of Peace”

        UNESCO – PARIS

                 –  Presidente Giovanni Puglisi

      Commissione Italiana UNESCO

                      R O M A

 

OGGETTO: “MONUMENTI E SITI MESSAGGERI DI UNA CULTURA DI PACE”

 

RICONOSCIMENTO ACCORDATO

Al Borgo Antico di OTRANTO

 

 

 “patrimonio testimone di una cultura di pace”

 

   Caro presidente,

Sono molto lieta di informarVi che la richiesta da Voi presentata al fine di dichiarare il

Borgo Antico di Otranto

 

“patrimonio testimone di una cultura di pace”,

secondo il programma  lanciato dall’UNESCO nell’anno 2000, ANNO per la Cultura di Pace,  è stata accolta.

Sono state prese in attenta considerazione le motivazioni storiche artistiche e sociali da Voi formulate.

Ci siamo soffermati in particolare sugli elementi che fanno di Otranto antica un luogo testimone dell’incontro delle culture delle civiltà come fondamento di pace. Abbiamo valutato positivamente il fatto che la città di Otranto sia espressione di valori tenacemente difesi nel difficile impegno per la costruzione del dialogo tra culture lontane tra loro.

 

Auspichiamo con Voi che la nomina del sito a “Patrimonio testimone di Pace” consenta alla collettività locale di ritrovare le sue importanti radici simboliche e storiche, e allo stesso tempo, a quanti visiteranno il Vostro splendido territorio, di condividere valori universali di pace, oggi troppo spesso perduti, in una dimensione che coinvolge i cittadini nella valorizzazione dei valori della tradizione, sulla quale oggi l’UNESCO richiama l’attenzione del mondo.

Come sapete, quello che conta in assoluto e con priorità perché un monumento sia dichiarato patrimonio di pace, non è il suo valore artistico, ma è il significato di pace che ha assunto e continua ad assumere nelle popolazioni locali o in quanti lo visitano. Siamo certi che nella storica città di Otranto saranno numerosi i visitatori che sapranno cogliere e sentire questi valori.

Sulla base di quanto convenuto con l’Ufficio dell’UNESCO che segue il programma, proprio questo impegno di azione per la pace, connesso con il monumento di cui si chiede il riconoscimento, inserito nella realtà storica e nello spirito della gente, in linea con l’atto costitutivo dell’UNESCO, è la prima condizione per l’attribuzione della qualifica che costituisce un impegno per la pace.

Si ricorda che la Federazione Italiana dei Club UNESCO, nell’accogliere l’invito lanciato dall’allora direttore Generale dell’UNESCO Federico Mayor, in apertura dell’anno per la cultura di pace, ha inteso aderire all’indicazione espressa di valorizzare la presenza sul territorio di realtà artistiche o naturali che, per la ricchezza dei valori di cui sono testimonianza, possono contribuire a costruire una cultura di pace.

Questi elementi sono presenti nella proposta che voi ci avete presentato, ed è pertanto con  piacere che l’abbiamo accolta.

Ne ho informato l’Ufficio responsabile per questo programma all’UNESCO, Divisione per la Cultura di Pace, e la Commissione Italiana per l’UNESCO.

Voi siete ora autorizzati ad apporre una targa, con un testo molto preciso che concorderemo, avendo presente  che il Club dovrà avere cura anche che l’immagine diffusa dai media non possa ingenerare l’interpretazione che si tratti di un inserimento nella lista del ‘patrimonio Mondiale UNESCO’, ma di un programma rispondente alle finalità di pace sopraindicate che l’UNESCO si è proposto. 

Ci terremo dunque in contatto per tutti i dettagli operativi.

Ho il piacere di ricordarvi che il valore del programma è stato riconfermato dal Consiglio Mondiale della Federazione, riunito a Ekaterinenburg, nell’agosto 2008, che lo ha indicato fra le priorità per l’azione dei Club UNESCO di tutto il mondo.

 

In attesa del piacere di incontrarci invio i più fervidi rallegramenti e auguri

                                  Marialuisa Stringa

Dr. Marialuisa Stringa

Presidente della Federazione Italiana

Club UNESCO e Responsabile per l’Italia

del Programma “Monumenti e siti testimoni di pace”

 

 

 

COMUNICAZIONE PER I GIOVANI

                                                              All’attenzione del Presidente del Club UNESCO

OGGETTO:  Conosciamoci Noi giovani dei Club e Centri Unesco della FICLU!.

Cari amici e colleghi,

 dopo l’elezione dei nuovi membri del Direttivo Nazionale, avvenuta ad Assisi nelle giornate della XXXI Assemblea Nazionale lo scorso Aprile, come nuovo consigliere eletto, con la presente lettera intendo innanzitutto presentarmi a quanti non mi conoscono, ma non voglio farlo semplicemente indicando i miei dati anagrafici, che troverete alla fine della presente missiva, ma tramite una presentazione vera e chiara delle iniziative che cercherò di portare a termine nell’ambito della rete Nazionale, concordate e già discusse durante l’ultima riunione del Direttivo tenutasi a Roma il 30 Aprile 2010.

Iniziative che riguarderanno prettamente la sfera giovanile dei nostri Club e Centri.

 Ritengo, come già detto in Assemblea, che i giovani all’interno della FICLU non possano essere semplicemente denominati come il “futuro” della nostra prospettiva associativa o come gli attori passivi su cui riversare le nostre attività locali, quando queste nostre attività vengono proposte a un pubblico proveniente dalle scuole del territorio in cui agiamo.

I giovani devono essere il “presente” della nostra associazione. Devono essere i protagonisti attivi e gli interpreti migliori delle nostre opere.

Affinché l’azione giovanile e l’impegno profuso sia reale e concreto da parte di questa componente, la presenza dei ragazzi nei Club deve aumentare. Quando sostengo questo, non parlo solo in termini numerici, poiché la “quantità” non necessariamente è sinonimo di riuscita o miglioramento, ma della “qualità”.

 Per tanto invito i presidenti dei Club e Centri Unesco a fornire all’indirizzo e-mail che troverete alla fine della presente comunicazione, un nome di un referente dei giovani (preferibilmente dai 15 ai 30 anni) per ogni club, con cui io possa cominciare un dialogo e organizzarmi.

Vorrei creare una rete che parta dalle idee e dalle necessità dei giovani associati, affinché il dinamismo e l’entusiasmo di questa parte della federazione non vada persa, ma impiegata secondo i principi della Federazione.

 Approfitto di questa occasione anche per annunciare in maniera preventiva, che sempre secondo direttive del Consiglio Nazionale, verrà organizzato un Forum Nazionale dei Giovani, di cui sarò il coordinatore nazionale, un’importante evento associativo durante il quale i giovani soci dei Club e Centri della FICLU potranno incontrarsi e confrontarsi sulle tematiche che animano l’azione di noi tutti. Rispetto a tale evento verranno presto inviate informazioni più precise e esaustive.

 Vi prego dunque di farmi avere al più presto dall’avvenuta ricezione di questa lettera una risposta  in modo da potermi attivare tempestivamente nelle comunicazioni relative alle attività nazionali pensate per i giovani, alle notizie e ai suggerimenti per la formazione della componente giovanile e soprattutto, all’organizzazione del Forum Nazionale Giovani a cui tutti saranno invitati a partecipare.

 Non esitate a contattarmi per qualsiasi informazione.

  Cordiali Saluti e Buon lavoro

   Paolo Lo Giudice

ALL’ATTENZIONE DEI SOCI

                    Istituto di Formazione della Federazione Italiana

                 Club e Centri Unesco  –  Erice 

 

A tutti i club e Centri  FICLU

Oggetto: link Istituto di Formazione e comunicazioni varie

Con la presente invitiamo i Club e Centri UNESCO  a inserire nei loro siti un link con l’Istituto di Formazione in modo che tutte le informazioni sull’Istituto possano essere recepite tramite Internet (http://www.clubunescoerice.it/istitutoformazioneficlu/sito/indexistituto.htm)

Con l’occasione si chiede a tutti i club e centri  che desiderano che le attività da loro svolte siano riconosciute  a livello nazionale e  pertanto che gli eventuali docenti partecipanti alle varie iniziative possano usufruire dell’esonero dal servizio ( CCNL , art 64), di inviare il file allegato alla presente  contenente  la scheda, debitamente compilata, all’indirizzo dell’Istituto: istitutoformazioneficlu@gmail.it.

In ogni riquadro della scheda dovrà essere  riportata una sola attività. La suddetta comunicazione dovrà pervenire entro e non oltre  i primi di luglio (per le attività che avranno luogo da settembre a dicembre) ed entro la fine di novembre (per le attività che si svolgeranno nel 2011.

Si coglie l’occasione per ribadire quali sono le principali attività dell’Istituto di Formazione:

Servizi offerti ai Club e Centri Unesco

Contatti con il MIUR

– Direzione Generale Personale Scolastico ( Corsi di formazione aventi carattere nazionale)

-Direzione generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione (Concorsi a livello nazionale rivolti agli studenti di ogni ordine e grado)

Banca Dati Competenze  e Albo dei Formatori della FICLU

Aggiorna la Banca Dati Competenze e tiene i contatti con i club fornendo i nominativi degli esperti della Federazione.

Pubblica sul proprio sito  l’albo dei formatori della FICLU

Formazione

 Organizza corsi di formazione  per i soci dei club e dei centri unesco

Istituisce propri Dipartimenti

Autorizza  progetti nazionali proposti da singoli club o centri

Tiene aggiornato l’elenco delle attività di formazione aventi carattere nazionale

 Concorsi Nazionali

 Organizza annualmente e coordina almeno un concorso nazionale rivolto agli studenti di ogni ordine e grado di scolarità, compresi gli studenti universitari e organizza un convegno sulle stesse tematiche del concorso.

Il Direttore dell’Istituto di Formazione                                  La Presidente della FICLU

          Vincenzo Bandi                                                                Maria Luisa Stringa

 

ASSEMBLEA NAZIONALE

ASSEMBLEA NAZIONALE

 ASSISI, 9-10-11 aprile, 2010

PROGRAMMA

“Un cammino verso la pace: l’impegno culturale, sociale e di solidarietà dei Club UNESCO sul territorio”

Giovedì 8 Aprile

Arrivo nel pomeriggio membri del Consiglio Direttivo della FICLU, dello staff e di tutti i partecipanti che lo desiderano, nella sede dei lavori,Roseo Hotel Assisi, via Fratelli Canonichetti.

Ore 17:30, Riunione del Consiglio Direttivo

Per i partecipanti già presenti, eventuale riunione o tempo libero in Assisi

Ore 20:45, per tutti i presenti, partenza della navetta per la visita guidata agli affreschi di Giotto nella Basilica Superiore di San Francesco, aperta eccezionalmente in orario serale accompagnati da Padre Luigi Marioli OFM-Conv. del Sacro Convento di Assisi

Venerdì 9 Aprile

In mattinata: Registrazione dei partecipanti  Roseo Hotel

Ore 10:30, Sala convegni Roseo Hotel

Inizio dei lavori dell’Assemblea

 Saluti istituzionali:

–  Francesco Bolletta, Presidente Club Unesco di Assisi

–  Gabriella Righi, Presidente Club Unesco di Foligno e Valle del Cliturno

–  Gianfranco Cesarini, Presidente Club Unesco Perugia – Gubbio

–  Marialuisa Stringa, Presidente Federazione Italiana Centri e Club Unesco

–  Approvazione dell’ordine del giorno dei lavori e degli incarichi connessi con lo svolgimento dell’Assemblea

–  Relazioni: Marialuisa Stringa, Presidente della FICLU

  •      Maria Luisa Costantini Fosco, Tesoriere della FICLU
  •      Renata Capria D’Aronco, Segretario Generale FICLU

Dibattito e approvazione delle relazioni

Organizzazione dei gruppi di lavoro sui temi comuni che verranno concordati

Ore 13:30, Pranzo incluso nella mezza pensione.

Ore 16:00, I partecipanti si sposteranno per mezzo di navette, offerte dal Comune, al Sacro Convento della Basilica di Assisi, dove si inaugureranno ufficialmente i lavori,nella Sala Papale

Ore 16:30,  Inizio dei lavori, aperti anche alla città

– Accoglienza da parte dei“Cantori di Assisi”

 Saluti istituzionali:

– Giuseppe Piemontese, Custode del Sacro Convento

– Claudio Ricci, Sindaco di Assisi

– Lucio Alberto Savoia, Segretario Generale della CNI

 -Marialuisa Stringa, Presidente della FICLU

 

Ore 9:00, Sala convegni del  Roseo Hotel

             -gruppi di lavoro

Ore 11:00, coffee break

       -gruppi di lavoro, in sessione congiunta e dibattito

Dalle 12.30, Inizio votazioni

Pranzo compreso nella mezza pensione

Ore 15:00, Chiusura delle urne.

Ore 15.30, Registrazione dei partecipanti al seminario di studio, valido per la formazione, dal titolo: “Le diversità culturali e la pace

              Ore 16:00, Introduce: Lucio Alberto Savoia, Segretario generale CNI

Ore 16:30, Rappresentante dell’UNESCO , direttore per i rapporti con i parlamentari e Clubs UNESCO” I club Unesco sul territorio per la Pace

Ore 17:00,  Silvia Guetta, Cattedra Transdisciplinare Unesco, Università degli Studi di FirenzeConoscersi e dialogare: esperienze di educazione alla cultura di pace in medioriente

Ore 17:30, Daniele Archibugi, Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, “Cittadini del mondo: verso una democrazia Cosmopolita”

Ore 18:45, Trasferimento con navette in Piazza San Pietro.

Ore 19:00, Spettacolo degli sbandieratori di Assisi.

Ore 21:00, Cena della Pace all’Hotel Giotto, Via Fontebella, 41

Brindisi per i membri del nuovo Consiglio Direttivo della FICLU

Domenica 11 Aprile

Colazione compresa nella mezza pensione

Ore 8:30, Sala Convegni del Roseo Hotel

-Rapporto dei gruppi di lavoro

-Dibattito e conclusioni dei lavori

Ore 9:30, Partenza di pullman o altri mezzi organizzati per Foligno, dove nello storico Palazzo Trinci, accolti dai personaggi in preziosi costumi della giostra della quintana, verrà inaugurata la Mostra di documentazione sui siti UNESCO, curata dell’ Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del Ministero dei Beni Culturali e inaugurata in anteprima nazionale dal Club UNESCO di Foligno.

Seguirà pranzo barocco  nella storica taverna di Palazzo Candiotti al prezzo concordato.

 

Per i partecipanti che lo desiderano potranno essere organizzate, anche nei giorni precedente e successivo al Convegno, visite, (extra) ai luoghi di Assisi, Perugia o Foligno.

SETTIMANA DELLA CULTURA

IV SETTIMANA DELLA CULTURA

OTRANTO, 31 LUGLIO – 9 AGOSTO 2011

“Proprio dove va a finire l’Occidente”

Per il IV° anno consecutivo, il club UNESCO di Otranto organizza la più importante rassegna culturale estiva del Salento. Dieci giorni di appuntamenti con oltre venti presentazioni di libri, 50 ospiti che si alterneranno nelle varie sezioni, incontri con autori del panorama locale, nazionale ed internazionale, con dibattiti, tavole rotonde, uno spazio per l’intrattenimento musicale, il reading, il teatro, la fotografia d’autore (grazie a Dino Longo), l’enogastronomia e persino la musica lirica. Il tutto con nomi di primo piano delle cultura tra cui Oliviero Beha, Livio Romano, Mario Desiati, Antonino Monteleone, Nabil Salameh (Radiodervish), Ilaria Cavo, Oliviero Malaspina, Elio Coriano, Maria Eloy Garcia e Nelson Martinico, alias Giuseppe Elio Ligotti.

Nell’ambito della manifestazione sarà anche assegnata la prima edizione del premio “Messaggero di Pace – Città di Otranto” un riconoscimento per chi si è particolarmente impegnato nella diffusione della cultura della pace e nella tutela dei diritti umani, insieme a delle sotto sezioni destinate a chi, in uno specifico settore della vita civile, si è contraddistinto per la propria vicinanza a tematiche che rappresentano i principi dell’Unesco. In questa prima edizione, il premio principale sarà conferito nella serata del 3 agosto.

La manifestazione è patrocinata dall’Assessorato al Turismo della Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dal Comune di Otranto, dall’Unione dei Comuni Terre d’Oriente, dal comune di Uggiano La Chiesa e dall’Apt. La manifestazione si divide accoglie una sezione “Aperitivi letterari” che verrà ospitata dal Maestrale di Otranto, dal 2 al 9 agosto. 4 anteprime nazionali e una prima uscita.

31 LUGLIO – ore 20 serata in collaborazione con l’Azienda “Molino del Salento” e con l’Istituto Professionale Ippsart di Otranto, sulla “Dieta Mediterranea, patrimonio dell’Unesco” con racconto enogastronomico sulla produzione della “pasta” salentina. Breve tavola rotonda sul tema con rappresentanti delle istituzioni e del mondo dell’imprenditoria enogastronomica locale (Paolo De Castro, parlamentare europeo, Dario Stefàno, assessore regionale, Francesco Tarantino “Molino del Salento”, Pino De Luca, giornalista esperto di cultura enogastronomica, Donato Episcopo, chef, Silvia Liaci, sociologa). Lo chef Donato Episcopo per l’occasione presenterà un piatto dedicato ad Otranto, città della pace.

1 AGOSTO – ore 20.30 Lory Larva, archeologa e giornalista di TeleRama, sul testo “Messapia, Terra tra due mari”. Ospite: Paolo Pagliaro, editore. Coordina Cristina Mariano, archeologa.

ore 21.15 Oliviero Beha, giornalista de “Il Fatto Quotidiano” e conduttore televisivo, con reading musicale sulla raccolta di poesie “Meteko”. Accompagnamento di Daniele Stefàno.

2 AGOSTO – Ore 18.30 aperitivo letterario con presentazione della sezione ed ANTEPRIMA NAZIONALE del libro “Nefrhotel. Mi hanno venduto un rene” con Giuseppe Cristaldi, edito da Promomusic.

Ore 20.30 incontro con Oliviero Malaspina, poeta e coautore di Fabrizio e Cristiano De Andrè per una “Vita in versi”. Nell’occasione, in ANTEPRIMA NAZIONALE verrà proposto un brano inedito del suo prossimo album.

A seguire, ANTEPRIMA NAZIONALE dello spettacolo teatrale “Nefrhotel. Mi hanno venduto un rene” con testi di Giuseppe Cristaldi e musiche di Donatello Pisanello (Officina Zoè) e la partecipazione di Angelo Urso (Trio d’Eau).

3 AGOSTO – Ore 18.30 aperitivo letterario con Pierluigi Mele sul testo “Ho provato a non somigliarti”.

Ore 20.30 Incontro con Mario Desiati, autore di “Ternitti” e finalista del Premio strega 2011.

A seguire consegna del PREMIO “MESSAGGERO DI PACE – CITTA’ DI OTRANTO”. Ospite: Nabil Salameh, voce dei “Radiodervish”.

4 AGOSTO – ore 18.30 aperitivo letterario con Lara Savoia e “I miei giochi scomposti”.

ore 20.30 incontro con Nelson Martinico, autore di “Dovevamo saperlo che l’amore”. Presenta Tonio Tondo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno.

Ore 21.30 reading con la poetessa spagnola, Maria Eloy Garcia, autrice di “Cuanto dura quanto” (PRIMA NAZIONALE). Coordina Angelo Nestore, traduttore ed interprete.

A seguire omaggio musicale alla città di Otranto con Salvatore Cordella (tenore), Eliana Park (soprano coreana) e il Maestro Eliseo Castrignanò (al pianoforte).

5 AGOSTO – ore 18.30 aperitivo letterario con Giacomo Toma e “Sangue di nemico”.

ore 20.30 – Dibattito sulla libertà d’informazione. Ospite Antonino Monteleone, inviato di La 7.

A seguire, incontro con Livio Romano, autore de “Il mare perché corre”.

6 AGOSTO –  ore 18.30 aperitivo letterario con Mino Pica e “Cucina interiore”.

ore 20.30 incontro con Maria Pia Romano, autrice de “L’anello inutile” con accompagnamento musicale del maestro Vincenzo Tommasi. A seguire, proiezione del docu-film “Vinoamaro” di Pascal Pezzuto e presentazione della raccolta “Versi (di)vini” con racconto enogastronomico sul vino e la manifestazione “Calici di Stelle”.

7 AGOSTO – ore 18.30 aperitivo letterario con Maria Serena Camboa e “L’avvocato del Re”

ore 20.30 incontro con Alfredo Capone, autore di “E Pasculli segna ancora”.

Ore 21.30 incontro con Pietro Errede, magistrato ed autore del testo “Frode sportiva e doping”. Ospiti, l’ex arbitro e moviolista di Mediaset, Gianluca Paparesta, e Giovanni Semeraro, patròn del Lecce Calcio.

8 AGOSTO – ore 18.30 Aperitivo letterario con Irene Ester Leo ed “Io innalzo fiammiferi”.

ore 19.15 Aperitivo letterario con Tony Sozzo ed “Il buio delle volpi”.

ore 20.30 incontro con Ilaria Cavo, giornalista di Matrix ed autrice de “Il cortocircuito”. Ospite Pietro Errede.

9 AGOSTO – ore 18.30 aperitivo letterario con Elio Coriano e “Il lamento dell’insonne”.

Ore 21 Spettacolo di Danza a cura della Maestra Enza Bracciale e dei suoi allievi.

Per tutta la manifestazione arricchirà Largo Porta Alfonsina la personale del maestro fotografo Dino Longo dal titolo “Scatti d’autore”, con immagini moderne e foto d’epoca, a partire dal 1900.

SEGNALAZIONE AL FAI DELLA GROTTA DEI CERVI

La Grotta dei Cervi di Porto Badisco tra i luoghi del cuore del Fondo Ambiente Italiano: è questo l’auspicio del Club Unesco di Otranto, che, raccogliendo l’invito del Fai, il quale annualmente interviene con un programma di tutela e protezione dei Siti più segnalati dai cittadini, ha scelto di promuovere, su iniziativa del presidente, Enrico Risolo, come “luogo del cuore” il prestigioso sito archeologico della città dei Martiri, individuato sulla litoranea che porta alla frazione di Porto Badisco, che rappresenta il più grande complesso artistico neolitico esistente in Europa.

Lo scopo de “I luoghi del Cuore” è quello di dar voce alle segnalazioni dei beni più amati in Italia per assicurarne un futuro: si tratta in sostanza di un censimento nazionale, che il Fondo Ambiente propone in collaborazione con Intesa Sanpaolo, per richiedere ai cittadini l’indicazione di realtà artistiche, che meritano di essere conservate intatte per le generazioni future: un progetto con l’obiettivo di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del patrimonio sia monumentale che naturalistico, con cui sollecitare le Istituzioni locali e nazionali competenti ad una effettiva salvaguardia dei beni in questione.

Il Comune di Otranto ha accolto con favore la proposta del locale Club Unesco, aderendo all’iniziativa e segnalando sul sito istituzionale le modalità attraverso cui esprimere la propria preferenza per la Grotta dei Cervi. Và ricordato come lo stesso comune avesse presentato in Area Vasta un progetto di fruizione virtuale del percorso Paleontologico, pensato in collaborazione con l’Università del Salento e per il quale erano stati previsti dei fondi, poi spostati su altri beni, in una successiva e nuova distribuzione delle risorse. Per votare, bastano poche semplici indicazioni: occorre collegarsi con il sito web http://www.iluoghidelcuore.it, cliccare sulla finestra “segnala il tuo sito del cuore”, digitare la provincia e il comune del luogo da segnalare, e cliccare fra i luoghi che appariranno quello più gradito.

SETTIMANA DELLA CULTURA

IL  CLUB  UNESCO  DI  OTRANTO

in collaborazione con

COMUNE  DI  OTRANTO – PROVINCIA  DI  LECCE

presenta:

“LA SETTIMANA DELLA CULTURA”

Dal 3 agosto al 8 Agosto

Ore 20,30

Presso Largo ALFONSINA

3 agosto Pietro Andrea Annicelli  e  Roberto Lorusso

“Metti a Emiliano”       (Marsico  libri)

4 agosto Manlio Castronuovo  e  Pecci Giancarlo

“Vuoto a perdere”      (Besa editore)

Giancarlo Picci

“La Luna e il Garofano Rosso”       (Raggio verde editore)

5 agosto Luciano Garofano

“Assassini per caso” –  Luci ed ombre sul delitto di Perugia    (Rizzoli editore)

“il processo imperfetto”   La verità sul caso Cogne                       (rizzoli editore)

6 agosto Paolo Cucchiarielli

“Il segreto di Piazza Fontana”     (Ponte alle Grazie editore)

Stefania Limiti

“L’anello della Repubblica”         (Chiarelettere)

7 agosto Pierluigi Mele

“Da quì è tutto lontano”                (Edizioni Lupo)

Annunziata Sgura

“L’uomo venuto dal mare”                (Schena  editore)

8 agosto Silvia LIACI

“La Pietra – Centro del mondo”

Alessandro Torsello

“Documentario sulla vita di Don Tonino Bello”

Per  informazioni:

Ufficio Stampa  Tel. 339.8514184                          e-mail: clubunescootranto@alice.it

Il borgo antico di Otranto “Sito messaggero di Pace”

Il borgo antico di Otranto diventa “Sito Messaggero di Pace” e stasera andrà in scena l’attesa manifestazione di scopertura della targa a testimonianza dell’evento. Un prestigiosissimo riconoscimento alla città di Otranto, che viene guardata come simbolo messaggero di valori positivi e luogo protagonista di una una storia fatta di incontri di genti e culture differenti, di destini intrecciatisi in una specifica area del Mediterraneo.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.